Archivio mensile:novembre 2016

Season 2016 Week 55

Settimana cinque e cinque fuori da Err’s kitchen, la cucina di coach Err, dove si è perennemente in bilico tra la voglia si taccare la spina o staccare tutto il resto.

Lunedì: Bike

Inizio facile a base di rulli.

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 5x (1′ solo gamba dx – 1 solo sx – 2′ normale) – 5x (2′ max rapporto fuori sella – 2′ normale)

Defaticamento: 5’ facile

Martedì: Doppio Run e Palestra

Doppietta per combattere la forza di gravità.

Run prevede:

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 60’ facile a digiuno

Palestra Core prevede:

Riscaldamento: 10’ bici facile

Allenamento: 4x (2×1’ core centrale rec 30’’ – 2×20 addominali con fitball supino – 2×50’’ core lato destro rec 20’’ – 2×20 addominali con fitball prono – 2×50’’ core lato sinistro rec 20’’ – 2×20 flessioni)

Defaticamento: con due panini alla mortazza

Mercoledì: Doppio H2O e Run

Doppietta inedita ma di grade prostrazione.

H2O prevede:

Riscaldamento: 400m

Allenamento: 200 ga – 4x100m sl pull rec 15” – 8x50m sl progr 1 – 4 rec 10” – 3x (2x100m sl medio rec 15” – 1x200m sl lento rec 20” – 1x100m sl forte rec 1’) – 400m pb e pa

Defaticamento: non c’è tempo

Run prevede:

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 10′ risc – 5 x (6′ forte – 2′ rec) – 5′

Giovedì: Riposo

A cane a recuperare.

Venerdì: Doppio Bike e Palestra

Si chiama fatica, e un po’ tu la ami.

Bike prevede:

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 5x (1′ solo gamba dx – 1 solo sx – 2′ normale) – 5x (2′ max rapporto fuori sella – 2′ normale)

Defaticamento: 5’ facile

Palestra Core prevede:

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 5′ in progressione – 6x (1′ solo gamba dx – 1 solo sx – 2′ normale)

Defaticamento: 5’

Sabato: Run

Salite in dolce compagnia.

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 70′ con salite

Domenica: Bike

Sole uguale bici.

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 2h e 30’ facile

Annunci

Season 2016 Week 54

Settimana cinquanta più quattro fuori da Err’s kitchen, la cucina di coach Err, dove per fare i conti con l’inverno si usa facile l’allenamento doppio.

Lunedì: Doppio H2O e Bike

Doppietta di inizio settimana.

H2O prevede:

Riscaldamento: 400m

Allenamento: 400m pb – 6x100m bene rec 10” – 2x300m sl pb e pa rec 30” – 200m lungo – 6x50m max frequenza rec 15”

Defaticamento: 100m

Bike prevede:

Riscaldamento: 10’

Allenamento: 3x (2’ medio a rpm libera + 1’ facile) – 4x (1’ solo gamba destra + 1’ solo sinistra – 1’ facile) – 5’ facili – 4x (1’ massimo rapporto + 1’ facile)

Defaticamento: 10’ facile

Martedì: Doppio Run e Bike

Doppietta e non se ne parla più.

Run prevede:

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 60’ facile a digiuno

Bike prevede:

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 3x (2’ progressione + 1’ facile + 1’ max rapporto + 1’ facile) – 5’ facile – 3x (1’ gamba dx rapporto agile + 1’ normale + 1’ gamba sx rapporto agile + 1’ normale)

Defaticamento: 5’ facile

Mercoledì: Doppio Palestra Core e Run

Non c’è due senza doppietta.

Palestra Core prevede:

Riscaldamento: 10’ bici facile

Allenamento: 4x (2×1’ core centrale rec 30’’ – 2×20 addominali con fitball supino – 2×50’’ core lato destro rec 20’’ – 2×20 addominali con fitball prono – 2×50’’ core lato sinistro rec 20’’ – 2×20 flessioni)

Defaticamento: a colazione

Run prevede:

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 50’ progressivo

Giovedì: Riposo

Camera iperbatica.

Venerdì: H2O

Bagnetto pre weekend.

Riscaldamento: 500m

Allenamento: 200m ga tav – 6x50m resp ogni 3 rec 10” – 8x100m sl bene (1 con 25m tf, 2 con 25m pochi resp, 3 con 25m forte, 4 con 25m max freq) rec 15” – 2x400m pb e pa

Defaticamento: 200m

Sabato: Run

Gradoni pre mangiata da schifo.

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 30′ facile – 6×6 balzi gradoni con massima elasticità – 10′ facile – 6×6 balzi gradoni con massima elasticità – 15 facile

Domenica: Bike

Tremendo rullo di riparazione.

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 5’ in progressione (aumentare frequenza pedalata e intensità) – 5′ facile – 5x (1′ dx – 1′ sx – 1′ agile) – 10′ facile – 5x (4’ medio + 1’ facile + 1’ forte) – 10’ facile – 5x (2′ max rapporto in piedi – 2′ facile)

Defaticamento: 10’

Season 2016 Week 53

Settimana cinquanta e tre fuori da Err’s kitchen, la cucina di coach Err, dove le mezze stagioni come i mezzi allenamenti non esistono più da molto tempo.

Lunedì: Doppio Palestra Core e Bike

Si comincia la settimana a marce alte a sguardo al pavimento.

Palestra Core prevede:

Riscaldamento: 10’ bici facile

Allenamento: 4x (2×1’ core centrale rec 30’’ – 2×20 addominali con fitball supino – 2×50’’ core lato destro rec 20’’ – 2×20 addominali con fitball prono – 2×50’’ core lato sinistro rec 20’’ – 2×20 flessioni)

Defaticamento: a colazione

Bike prevede:

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 3x (2’ medio a rpm libera + 1’ facile) – 4x (1’ solo gamba destra + 1’ solo sinistra – 1’ facile) – 5’ facili – 4x (1’ massimo rapporto + 1’ facile)

Defaticamento: 11’ facile

Martedì: Doppio Run e Bike

Si procede con la sagra della doppietta.

Run prevede:

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 60’ facile a digiuno

Bike prevede:

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 3x (2’ medio + 1’ facile + 1’ max rapporto + 1’ facile) – 5’ facile – 3x (1’ gamba dx rapporto agile + 1’ normale + 1’ gamba sx rapporto agile +1’ normale)

Defaticamento: 8’ facile

Mercoledì: Doppio H2O e Run

Unica nuotata della settimana, quindi lascia il segno. Alla sera solo una sgambata.

H2O prevede:

Riscaldamento: 400m

Allenamento: 200m ga a piacere – 6x75m con vasca centrale respir ogni 5 rec 10” – 12x50m sl progr da 1 a 4 rec 15” – 6x100m sl lento rec 20” – 3x200m sl in negativo (secondo 100 più veloce del 1°) rec 30”

Defaticamento: 200m

Run prevede:

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 50’ facile

Giovedì: Riposo

Ufficio e dentista.

Venerdì: Bike e Palestra

Pre weekend di definizione.

Bike prevede:

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 5′ in progressione – 6x (1′ solo gamba dx – 1 solo sx – 2′ normale)

Defaticamento: 11’ facile

Palestra Core prevede:

Riscaldamento: 10’ bici facile

Allenamento: 4x (2×1’ core centrale rec 30’’ – 2×20 addominali con fitball supino – 2×50’’ core lato destro rec 20’’ – 2×20 addominali con fitball prono – 2×50’’ core lato sinistro rec 20’’ – 2×20 flessioni)

Defaticamento: a pranzo

Sabato: Bike

Solita sgambata con safari.

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 2h e 30’ facile

Domenica: Run

Si va di gradoni.

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 30′ facile – 6×6 balzi gradoni con massima elasticità – 10′ facile – 6×6 balzi gradoni con massima elasticità – 15 facile

Why Trail

30805041116_54eace5ddd_hGli uomini si dividono in due categorie, quelli che sopportano la salite, solo perché sanno che ver-ranno poi ricompensati comunque con le discese, emozionanti, adrenaliniche, entusiasmanti disce-se, e quelli che invece le salite le amano a prescindere, se le godono, degustando il sapore amaro salato di ogni metro trascinato indietro, quasi con rabbia, e poi rilasciato dolcemente come si fa con un pesce che ha abboccato alla lenza troppo ingenuamente per senticela di privarlo della vita; la discesa per costoro è solo attesa, soltanto il modo più veloce di spostarsi e giungere a imboccare un’altra strada che poi risale, in una giostra di gioia e dolore che non si ferma mai. Ma la sveglia alle cinque del mattino che accende l’inverno di un fradicio sabato novembrino è semplicemente un attimo di follia. Follia che tuttavia non è sempre un’azione criminale, follia che non è sempre un gesto inconsulto o una condotta dannosa, follia che a volte può essere anche un atto di rottura, un momento di ribellione, un chiodo nella parete vuota e incontaminata della quotidianità, in cui appendere un quadro che non sarà mai in grado di riempirla completamente, anzi magari va su anche un po’ storto e sembra non stare poi molto bene, ma alla fine ti fa capire che il nemico che hai veramente non è il caos o la deformità, non è il timore che il muro si rovini o che il quadro alla fine cada e faccia danni, l’unico nemico che hai è semplicemente il vuoto. E in fondo siamo fatti per riempire il vuoto che si nasconde dentro di noi, in tutti noi, nessuno escluso, solo c’è chi si è così abituato alla guardare la parete bianca di fronte a lui, da venirne rapito e addirittura da battersi per poterla mantenere così, perfetta e vuota. Il tessuto urbano a quell’ora però è deserto, così prima che ti renda conto di cosa tu stia veramente facendo, la città è lontana, le montagne ti circondano, o almeno credi che siano lì perché le nubi basse e impegnate d’acqua sembrano sommergere anche loro, e inizi a correre dietro una mandria di gente disinibita. Il trail runners sono una tribù e per una mattina anche tu sei lì, letteralmente, a fumare insieme a loro. Il primo chilometro è morbido, molti slolomeggiano con terrore tra le pozzanghere come pesci che nuotano tra gli scogli per cercare di non bagnarsi. Poi la montagna afferra il percorso gara e da lì non lo lascia più andare. Si sale senza scrupoli, passo fermo ma deciso per avanzare, poi si scende cercando di trovare con il terreno un accordo che tenga almeno il tempo di un appoggio. Le vigne ci circondano, il fango ci fa scorrere in avanti. L’ubriacante attraversamento di una cantina è l’unica parentesi asciutta che ci concediamo. Subito dopo si riprende a macinar terriccio. L’asfalto ogni tanto si palesa, ma poi scompare come un ospite che la montagna accetta, ma non gradisce fino in fondo. Guardare sempre dove vai e non dove andrai o, peggio, dove sei stato, è l’unica armatura che hai per non terminare la gara anzi tempo. Negli ultimi chilometri tendenzialmente si perde quota come se la strada volesse restituirti le energie che ti ha tolto, oppure, a pensarci bene, è il contrario, la montagna rivuole indietro ogni metro che hai conquistato, perché resti suo, perché, anche se per un attimo è stato tuo, non vuole fartelo portare via, come un tesoro insostituibile che deve rimanere patrimonio di tutti gli audaci. Il traguardo sbuca tra i vicoli e chiude anche il rubinetto della giornata. Così li vedi, gli uomini che amano le salite e quelli che le sopportano soltanto. E tutti gli altri invece? Beh, loro temo non siano uomini, ma solo orologi che aspettano di fermarsi.

Season 2016 Week 52

Settimana cinquanta con due fuori da Err’s kitchen, la cucina di coach Err, dove l’inverno detta le regole ma tu sei ancora lì che fai scarabocchi rapiti su un foglio sbiadito.

Lunedì: Run

Walzer col fango per simulare il trail.

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 90’ collinari

Martedì: Bike

Rullata di puro astio nei confronti dell’inverno.

Riscaldamento: 15’

Allenamento: 5’ in progressione (aumentare frequenza pedalata e intensità) – 5′ facile – 5x (1′ dx – 1′ sx – 1′ agile) – 5′ facile – 5x (4’ medio + 1’ facile + 1’ forte)

Defaticamento: 10’ facile

Mercoledì: Run

Attivazione in Sempione che fa pure rima.

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: 30′ lento – 8x(1′ progressione + 30″ lento + 30″ veloce + 30″ lentissimo) – 10′ molto facile

Giovedì: Doppio Bike e Palestra Core

Si torna a spingere il mondo verso il basso.

Bike prevede:

Riscaldamento: 10’

Allenamento: 3x (2’ medio a rpm libera + 1’ facile) – 4x (1’ solo gamba destra + 1’ solo sinistra – 1’ facile) – 5’ facili – 4x (1’ massimo rapporto + 1’ facile)

Defaticamento: 10’ facile

Palestra Core prevede:

Riscaldamento: 10’ bici facile

Allenamento: 4x (2×1’ core centrale rec 30’’ – 2×20 addominali con fitball supino – 2×50’’ core lato destro rec 20’’ – 2×20 addominali con fitball prono – 2×50’’ core lato sinistro rec 20’’ – 2×20 flessioni)

Defaticamento: in mensa

Venerdì: H2O

Unica nuotata della settimana, tocca pennellare.

Riscaldamento: 400m

Allenamento: 200m ga – 400m pbl nuot bene respir ogni 3 /5 – 8x50m sl (25 testa fuori + 25 normale) rec 10″ – 400m pb e pa – 100m forte – 200m lungo – 12x25m (1 forte + 1 lento) rec 10″ – 400m pb e pa – 150m forte

Defaticamento: 150m

Sabato: Run

Pettorale allacciato, gambe accese anche di giorno e fatica, sempre.

Riscaldamento/Allenamento/Defaticamento: Valtellina Wine Trail Mezza Maratona

Domenica: Riposo

Divano, solo divano.